Storia di Fiodaliso

Storia di Fiodaliso

1 agosto 1936, cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Berlino. Una bambina omaggia Adolf Hitler con un mazzo di fiordalisi e viene immortalata dalle telecamere come emblema della gioventù ariana.
A questo episodio storico è ispirata la storia narrata in questo romanzo, in cui la piccola si chiama Ester, è estremamente dotata in ginnastica artistica ed è una mishling, ossia figlia di madre ariana e di padre ebreo.
Uno scandalo se si venisse a sapere, ma soprattutto un pericolo per lei e la sua adorata insegnante di ginnastica, la giovane e idealista Linzie.
Con lo sbriciolarsi della vita quotidiana degli ebrei tedeschi i genitori di Ester si lasciano e si perdono.
La ragazzina viene affidata a Linzie perché possa essere portata in salvo con una identità falsa, grazie al suo talento di ginnasta. Nelle settimane successive, la grande Storia, scorre sotto i loro occhi, intrecciata a una vita fatta di finzione, ma anche di affetti, amore, talenti e legami indissolubili.

Storia di Fiodaliso

Loredana Frescura e Marco Tomatis
Giunti, 2018

#iostoconloro

#iostoconloro

Ci sono cinque amici e compagni di classe e c’è un preside alle soglie della pensione che li osserva ogni giorno.
Teresa “Gambe a fiori”, si dipinge la pelle per mascherare i lividi lasciati dalle violenze subite.
Carla “Puttana” è una ragazza leggera e spudorata, ma forte e sensibile.
Graziano “Scarpe strette” somiglia a un gigante impacciato e non vuole curare la propria malattia.
Enrico “Cervello bruciato” abusa di alcol e droghe.
Francesco “Checco Finocchio” è un genio della matematica insultato e deriso per la sua presunta omosessualità.
La loro vita trascorre in maniera complessa tra il cattivo rapporto con i genitori, lo scontro continuo con professori e i bulli della scuola, i comportamenti spesso oltre il margine della legalità e il desiderio di non avere limiti e proibizioni.
Il preside è l’unico che sembra capirli. Sta loro accanto e li guida, facendo scoprire a ciascuno che la solidarietà e la maturazione potranno portarli a straordinari e profondi cambiamenti.
E quando tutto sembra assumere i toni del dramma e ogni cosa sembra perduta, i cinque amici troveranno la forza e la volontà per sconfiggere ciò che chiamano Tutto Quello, vale a dire i soprusi, le sopraffazioni, la violenza, l’ottusità di una realtà che sembra non appartenere loro, ma che li assorbe con la sua inesorabile indifferenza.

#iostoconloro

Loredana Frescura e Marco Tomatis
Leggere Editore, 2018

Un’anima che vibra

Un’anima che vibra

Domenica, detta Mimì, diciassette anni, vive con la mamma Caterina e la zia Diletta a Roma. Da un giorno all’altro la sua famiglia si trasferisce in un piccolo paese, Piandiperi, dove la fabbrica per cui Caterina lavora ha aperto un nuovo stabilimento.
Per Mimì si tratta di un cataclisma che stravolge la sua esistenza tranquilla e rassicurante.
Ma proprio in quel paese “sbagliato dalla A alla Z” Mimì che si sente “sbagliata da uno all’infinito” finirà per trovare sé stessa. Soprattutto guarderà, con occhi nuovi sua madre e scoprirà che non è affatto la donna rinunciataria e fredda che ha sempre creduto. Dietro un’apparenza remissiva e dimessa Caterina nasconde una forza e una vitalità che Mimì non avrebbe mai immaginato e che sono quanto di più importante una figlia possa imparare da una madre.

Un’anima che vibra

Loredana Frescura e Marco Tomatis
Leggere Editore, 2018

Come fiore di novembre

Come fiore di novembre

Lili ha diciott’anni e sta sbagliando molte cose. Lo dicono in tanti, la psicologa, la marescialla, i suoi genitori. Lili non legge. Lili disegna. Lili non ha pace. Lili ha un segreto. Lili ha un amore che non ama più. Lili mangia poco o niente e cerca la vita ovunque. Lili vuole essere libera.
Una pillola, una sola, la conduce in uno stato in cui Lili non può più fare, cercare, parlare, dove la libertà consiste solo nell’ascoltare. Però Lili ha una Voce, tutta sua, e una nuova possibilità.
La comunità che l’accoglie non è quello che lei voleva eppure in quella quasi famiglia formatasi dalla disperazione, senza legami di sangue, Lili conosce molto di sé, molto degli altri, molto dell’amore, molto della libertà. Lili comincia a viaggiare davvero.

Come fiore di novembre

Loredana Frescura e Marco Tomatis
Edizioni Centautori, 2017

Il sapore della terra

Il sapore della terra

Pianeta è un paese sperduto tra le montagne, dove vive una piccola comunità che l‘emigrazione verso la pianura ha ridotto a cinquantasette abitanti.
Andrea, diciott’anni anni compiuti è uno di essi, uno dei “mai partiti”. Un giorno conosce Sara, che abita in città, bella, sicura di sé ed estroversa quanto lui è impacciato e insicuro. Ed è proprio lei ad informarlo che vicino a Pianeta si sta per costruire una enorme discarica.
La notizia deflagra in paese come una bomba, ma la cosa che stupisce di più è che le firme sulla delibera sono di due ministri nati a Pianeta , partiti quindici anni prima e finiti nella categoria dei “mai ritornati”
Don Geremia, il prete della comunità, per evitare il peggio coinvolge tutti gli abitanti. Ma qual è il segreto che affonda le sue radici nella storia del castello che non esiste più e in un antico libro intitolato “La legge della terra?”

Il sapore della terra

Loredana Frescura e Marco Tomatis
Edizioni Centoautori, 2016

A braccia aperte

A braccia aperte
Storie di bambini migranti

Dodici racconti di bambini migranti basati su storie vere. Quella di Alex, che fuggì da Sarajevo, di Gina che emigrò negli Stati Uniti, di due fratellini haitiani adottati, del piccolo Hazem, che dalla Siria arrivò alla Germania, del giovane Hailè, giunto in Italia dall’Eritrea, della famiglia di Ferrara che trovò riparo in Svizzera, di Claudia la piccola rom, di Casimiro che viaggiò dalla Polonia Milano in un TIR, di Emanuele, che ora vede la sua Napoli solo alla TV, di Shaira, che cercava un luogo pacifico dove far nascere il suo bambino, di Marika, la timida albanese, che in Italia ha trovato una nuova amica, di Timo. il gatto sbarcato a Lampedusa…
Un’occasione per spiegare ai ragazzi che i confini non sono muri invalicabili e che l’accoglienza a braccia aperte fa vivere meglio perché il mondo è di tutti.

A braccia aperte
Storie di bambini migranti

Autori vari
a cura dell’ICWA – Italian Children’s Writers Association
Mondadori, 2015

Massimo da sistemare

Massimo da sistemare

Massimo fa la quarta della scuola primaria. E’ intelligente, ma un giorno sente la maestra, durante i terribili colloqui con i genitori, dire alla mamma che sì, a scuola non va male, ma resta ancora un po’ da sistemare. Da lì cominciano i suoi problemi e le sue avventure. Il punto di vista di un bambino che si impegna coraggiosamente per capire cosa significhi veramente “da sistemare”. Ma a volte è veramente difficile capire quello che dicono i grandi.

con Loredana Frescura

Massimo da sistemare

Loredana Frescura e Marco Tomatis
Giunti, 2015

Visti da lontano

Visti da lontano

Un diario di lettura dal Sudamerica su autori italiani per ragazzi. 

Visti da lontano è un saggio scritto da uno dei più noti esperti sudamericani di letteratura infantile e costituisce un breve ma interessante excursus su alcune tendenze della letteratura italiana contemporanea per bambini e ragazzi. Il libro è stato pubblicato anche in spagnolo e inglese.

Visti da lontano

Fanuel Hanán Díaz
Interlinea, 2015

Ti volio tanto bene – seconda edizione

Ti volio tanto bene – seconda edizione

Marvi ha dieci anni. Michele undici. A Marvi Michele piace molto, ma c’è un problema. Non sa bene come dirglielo. Non solo perché è difficile, soprattutto quando si è piccoli, confrontarsi con i propri sentimenti, ma soprattutto perchè è dislessica ed ha quindi difficoltà a leggere e scrivere anche un testo semplice come un sms. Ma Marvi è una ragazzina tosta e decisa e le difficoltà non la spaventano. Così, affidandosi a un diario vocale, e inventandosi con Michele modi nuovi ed originali per comunicare, riesce a superare tutte le sue difficoltà. Un libro non sulla dislessia, ma una storia d’amore e di educazione sentimentale per ragazzi nella fascia intorno ai dieci anni. Con due protagonisti che sanno affrontare con grazia e umorismo i loro problemi, perché come dice Marvi: “Sono dislessica. Vabbè non è come avere il mal di pancia. Non è una malattia. Non ti fa venire i dolori. Solo ti confonde un po’”.

Proprio per questo il volume è stato curato in modo particolare per i ragazzi affetti da dislessia, con la creazione di un font apposito per una lettura il più agevole possibile e con puntigliosa attenzione alla formattazione dei capitoli.

Sulla scia del successo della edizione del 2012, una nuova veste per questo libro, più agile editorialmente, anche se il testo è rimasto invariato.

Ti volio tanto bene

seconda edizione

Loredana Frescura, Marco Tomatis
Piemme, 2014

Nata sotto il segno dell’amore

Nata sotto il segno dell’amore

Laura è nata il 14 febbraio, sotto il segno dell’amore: il giorno di San Valentino, mentre i suoi genitori festeggiavano davanti a una torta a forma di cuore, ha deciso di interrompere l’attesa e di venire al mondo. Peccato però che lei, invece, l’amore vero, quello con la A maiuscola, non riesca a trovarlo. E ora che l’officina di suo padre continua a perdere clienti, e per risparmiare anche la gita di classe è a rischio, a Laura sembra che trovare un ragazzo e scoprire l’amore sia diventato ancora più difficile. Ma ci penseranno due occhi color liquirizia a farle cambiare idea, anche se, come in ogni storia d’amore che si rispetti da Romeo e Giulietta in poi, le cose non saranno affatto facili…

con Loredana Frescura

Nata sotto il segno dell’amore

Loredana Frescura e Marco Tomatis
Piemme, 2014

© Marco Tomatis - tutti i diritti riservati
PRIVACY | COOKIE

made with ❤️ in ACD